Questo sito utilizza cookie, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Approfondisci

Complot S.Y.S.tem

Processo di ricerca a cui dal 2000 lavora un gruppo indipendente di artisti, che nella pluralità dei linguaggi rivolge una particolare attenzione alla relazione tra arte e architettura. Dal 2001 definisce un progetto per una città utopica, allegoria dei sensi, costruita con libri, CD, VHS ecc. che evoca la presenza sensuale e sensibile del corpo, tra immaginario e realtà.

L'Età Nomade
Com.plot S.Y.S.tem, Workshop per "L'età Nomade" a cura di:
Giovanna Dalla Chiesa, Accademia di Belle Arti di Roma,
ex Mattatoio di Testaccio, Ottobre-Novembre 2005
in collaborazione con l'Istituto di Scultura dell'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano,
coord. prof. Vito Bucciarelli e con la Presidenza della Facoltà di Architettura Roma3, prof. Francesco Cellini

In seguito alle conferenze all’Università di Roma Tre, curate dall’Accademia di Belle Arti di Roma, in cui abbiamo avuto modo di discutere e approfondire i temi dei flussi,delle migrazioni e delle nuove frontiere dell’identità, dello spazio e del tempo, sia in ambito filosofico che artistico, Com. plot S. Y. S. tem, ha accolto volentieri, la proposta di contribuire a sviluppare ancora queste tematiche in un ambito espositivo, così in l’occasione della mostra che ha presentato la nuova sede dell’Accademia di Roma presso l’ex mattatoio di Testaccio ha proposto un workshop aperto a tutti.

Un laboratorio con un tema: individuare un’area meeting point che si ponga come snodo e simbolo, non come studio di fattibilità ma come vera elaborazione del concetto stesso di incontro con l’Altro, espressa con i linguaggi e con la sensibilità dei cittadini, degli studenti, degli architetti e degli artisti.

Finalità ed obiettivi formativi:

Sulla scorta del lavoro e delle esperienze che hanno visto coinvolti numerosi singoli e gruppi di artisti e architetti a partire dagli anni ’90 in tutta Europa, attorno a temi quali l’utopia, l’abitare, il territorio, le identità, i rapporti sociali ed economici, i vecchi e nuovi sfruttamenti, le nuove forme di interazione con i circuiti espositivi, abbiamo cercato il panorama recente teorico e operativo attraverso le opere di più soggetti.

Com.plot S. Y. S. tem, ha invitato, estendendo l’invito ricevuto, alcuni artisti, architetti, sociologi e gruppi, come: Mauro Folci, Santiago Cirugeda, Sara Gonzalez, Luna Nera, Factory Berlin, Ian+, ed altri i quali presentando la loro esperienza, hanno avviato una riflessione collettiva sui temi del luogo e del lavoro, del punto d’incontro dell’Altro, sui criteri spaziali ed antropologici, sulle implicazioni spaziali e corporee e sulle possibilità d’interrelazione; abbiamo cosi cercato di focalizzare l’attenzione su un panorama contemporaneo di ricerca tra arte ed architettura tra produzioni e narrazioni autonome ed indipendenti della ricerca attuale.
Gli interventi sono stati preceduti da una breve scheda di Giorgio Muratore sull'ex Mattatoio di Roma.